angelo greco avvocato siena

Facebook

© Studio Legale Avv. Angelo C.F. GRCNGL78R06L049F P.IVA 02950140737

angelo-greco@alice.it

+39 320 165 2087

Cerca
Menu
 

SINISTRO CAGIONATO DA VEICOLO NON IDENTIFICATO

Angelo Greco > Blog  > SINISTRO CAGIONATO DA VEICOLO NON IDENTIFICATO

SINISTRO CAGIONATO DA VEICOLO NON IDENTIFICATO

SINISTRO CAGIONATO DA VEICOLO NON IDENTIFICATO O NON ASSICURATO: COSA FARE ?

Il Fondo di garanzia per le vittime della strada (Art. 283 Cod. Assicurazioni) ha il compito di intervenire tutte le volte che in un sinistro stradale venga coinvolto un mezzo non assicurato oppure non identificato.

Il cittadino-danneggiato che intenda promuovere una richiesta di risarcimento nei confronti del Fondo di garanzia ha l’onere di provare sia che il sinistro si sia verificato per condotta dolosa o colposa del conducente di un altro veicolo, sia che questo sia rimasto sconosciuto.

La prova che il danneggiato è tenuto a fornire può essere offerta mediante denuncia o querela presentata contro ignoti alle competenti autorità, in base a mere “dichiarazioni orali”, non essendo alla vittima richiesto di mantenere un comportamento di non comune diligenza.

Va precisato che presupposto indefettibile è che la relativa identificazione del veicolo sia risultata impossibile per circostanze obiettive da valutare caso per caso e non imputabili a negligenza del danneggiato stesso.

Il danneggiato è infatti tenuto a mantenere una condotta improntata alla normale diligenza, sicchè è esclusa la possibilità di configurare a carico dello stesso un obbligo di collaborazione “eccessivo” rispetto alle sue “risorse” che finisca con il trasformarlo “in un investigatore privato.

Sulla base di queste premesse, la Corte di Cassazione (Sez. III, 18 settembre 2015) ha rigettato un ricorso di un cittadino Trevigiano, in quanto negligente nel non essersi annotato il numero di targa dell’altro veicolo non dileguatosi immediatamente.

Non ci sono commenti

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: