angelo greco avvocato siena

Facebook

© Studio Legale Avv. Angelo C.F. GRCNGL78R06L049F P.IVA 02950140737

angelo-greco@alice.it

+39 320 165 2087

Cerca
Menu
 

PALLONATA AL VOLTO DURANTE UNA PARTITELLA: SCUOLA E INSEGNANTE RESPONSABILI?

Angelo Greco > Blog  > PALLONATA AL VOLTO DURANTE UNA PARTITELLA: SCUOLA E INSEGNANTE RESPONSABILI?

PALLONATA AL VOLTO DURANTE UNA PARTITELLA: SCUOLA E INSEGNANTE RESPONSABILI?

Va esclusa la responsabilità in capo all’allenatore e/o alla scuola calcio, per il danno riportato da uno degli allievi a seguito di una pallonata ricevuta durante una partitella.

Ciò, in quanto non può essere considerata illecita la condotta di gioco che ha provocato il danno se tenuta in una fase di gioco che normalmente si presenta nel corso della partita e si è tradotta in un comportamento normalmente praticato, salvo tale condotta non sia in concreto connotata da un grado di violenza ed irruenza incompatibili col contesto ambientale, con l’età e la struttura fisica dei partecipanti al gioco.

A stabilirlo è la sentenza della Cassazione (Sez. III, del 22 settembre 2016), con la quale ha rigettato il ricorso di un allievo della scuola calcio romana, condannandolo, altresì, alla refusione delle spese processuali.

Il Tribunale di Velletri condannava in solido la scuola calcio e l’allenatore a risarcire i danni riportati dal minore Caio durante una partita di allenamento: nella fattispecie, il piccolo era stato colpito all’occhio con una pallonata calciata da altro bambino.

La corte d’appello ribaltava il verdetto di primo grado.

Sentenza confermata dalla Cassazione, con la pronuncia in commento, la quale precisa anche la distribuzione dell’onere della prova tra danneggiato (allievo) e scuola.

Si legge, infatti, nella motivazione che in materia di risarcimento danni per responsabilità civile conseguente ad un infortunio sportivo verificatosi a carico di uno studente all’interno della struttura scolastica durante le ore di educazione fisica, nell’ambito dello svolgimento di una partita, ai fini della configurabilità di una responsabilità a carico della scuola ex art. 2048 cod. civ., incombe sullo studente l’onere di provare il fatto costitutivo della sua pretesa (ovvero l’illecito subito da parte di un altro studente); mentre sulla scuola l’onere di provare il fatto impeditivo (ovvero di non aver potuto evitare, pur avendo predisposto le necessarie cautele, il verificarsi del danno).

Nel caso de quo, all’allenatore non poteva essere rimproverabile alcunchè, in quanto aveva predisposto tutte le cautele del caso: aveva formato gruppi della medesima età, quindi dalla stessa costituzione fisica; era presente sul campo da gioco.

Quindi, la pallonata, seppur prevedibile, non era evitabile, neppur con una serrata sorveglianza, rientrando tale accadimento nell’alea della pratica sportiva, anche se riguardante un minore.

#pallonata #faccia #volto #scuola #allievo #allenatore #cassazione#tribunale #insegnate #onere #prova #studente #educazione #fisica #partita#calcio #cautele #minore

Non ci sono commenti

Leave a Comment