Facebook

Sito Web Realizzato da Your Web Site Evolution

16:00 - 20:00

Orari Lunedì-Venerdì

320 165 2087

Telefono

Facebook

Cerca
Menu

Author: Avv. Angelo Greco

Angelo Greco > Articles posted by Avv. Angelo Greco

OMICIDIO ATTRAVERSO UNA BOTTIGLIA ROTTA

OMICIDIO ATTRAVERSO UNA BOTTIGLIA ROTTA: PRETERINTENZIONALE O VOLONTARIO ? Il criterio distintivo tra l’omicidio volontario (in cui la volontà dell’agente è costituita dall’animus necandi, ossia dal dolo intenzionale, nelle gradazioni del dolo diretto o eventuale) e l’omicidio preterintenzionale (in cui la volontà dell’agente è diretta a percuotere o a ferire la vittima, con esclusione assoluta di ogni previsione dell’evento morte, che si determina per fattori esterni) va desunto attraverso una "indagine sintomatica", ossia facendo riferimento ad elementi fattuali indicativi della direzione teleologica della volontà dell’agente verso la morte della vittima, secondo le regole di esperienza e l’id quod plerumque accidit, quali,...

Continua a leggere

GUIDA IN STATO D’EBBREZZA ANCHE IN SELLA ALLA BICI

GUIDA IN STATO D'EBBREZZA ANCHE IN SELLA ALLA BICI Il reato di guida in stato di ebbrezza ben può essere commesso attraverso la conduzione di una bicicletta, a tal fine rivestendo un ruolo decisivo la concreta idoneità del mezzo usato a interferire sulle generali condizioni di regolarità e di sicurezza della circolazione stradale. L'unica (magra) consolazione l'inapplicabilità delle sanzioni amministrative accessorie previste per tale reato (ad es., della sospensione della patente di guida), in forza del principio generale che esclude l'applicabilità della sanzione amministrativa accessoria della sospensione della patente di guida (che discenda per legge da illeciti posti in essere con violazione...

Continua a leggere

GUIDA IN STATO D’EBBREZZA

GUIDA IN STATO D'EBBREZZA: NULLO L'ACCERTAMENTO SE MANCA L'AVVISO DELLA FACOLTA' DI FARSI ASSISTERE DALL'AVVOCATO La nullità conseguente al mancato avvertimento al conducente di un veicolo, da sottoporre all'esame alcolemico, della facoltà di farsi assistere da un difensore di fiducia, in violazione dell'art. 114 disp. att. cod. proc. pen., può essere tempestivamente dedotta, a norma del combinato disposto dell'art. 180 c.p.p. e art. 182 c.p.p., comma 2, secondo periodo, fino al momento della Deliberazione della sentenza di primo grado. Questo il principio di diritto sancito dalla Sez. IV della Suprema Corte con la sentenza depositata il 23 febbraio 2015. I Fatti. Il Tribunale di...

Continua a leggere

DIVORZIO

DIVORZIO: COSA SUCCEDE SE L'EX CONIUGE RICEVE L'EREDITA' ? I beni acquisiti per successione ereditaria dopo la separazione, ancorchè non incidenti sulla valutazione del tenore di vita matrimoniale perchè intervenuta dopo la cessazione della convivenza, possono tuttavia essere presi in considerazione ai fini della valutazione della capacità economica del coniuge onerato. Questo è quanto emerge dalla recentissima ordinanza della Cass. Civ., Sez. VI, 3 marzo 2015. Nel caso di specie, la Suprema Corte ha rigettato il ricorso del marito avverso la sentenza della Corte d'appello di Firenze che aveva disposto un assegno in favore della moglie per un importo pari ad € 4...

Continua a leggere

FAVOREGGIAMENTO DELLA PROSTITUZIONE

FAVOREGGIAMENTO DELLA PROSTITUZIONE ATTENTI A CONCEDERE IN LOCAZIONE O COMODATO L'IMMOBILE, AD ACCOMPAGNARE BOCCA DI ROSA SUL POSTO DI LAVORO !!! Concedere in locazione o in comodato un appartamento ad una prostituta, sia al fine di abitazione sia al fine di esercitarvi la prostituzione, non integra il reato di favoreggiamento della prostituzione, potendo semmai integrare quello di sfruttamento della prostituzione qualora il canone preteso sia notevolmente eccedente rispetto al canone di mercato. Non solo. L'accompagnamento in auto della prostituta sul luogo del meretricio configura il reato di favoreggiamento della prostituzione quando risulti funzionale all'agevolazione della prostituzione, sulla base di elementi sintomatici: quali, ad esempio, la...

Continua a leggere

TARI

TARI: non è dovuta se immobile è rimasto inoccupato Il contribuente che dimostra di pagare già la Tari (in passato Tarsu e prima ancora Tares) sull’immobile dove ha la residenza, non è più obbligato a pagarla anche sull’appartamento, sempre di sua proprietà, ma disabitato. A stabilirlo è la Commissione Tributaria Regionale di Roma (sent. n. 7001/14) che ha annullato un avviso di accertamento per omessa dichiarazione della Tari e mancato pagamento del relativo tributo. Il contribuente invocava la nullità dell’atto sostenendo che, nell’immobile, non aveva mai abitato. I giudici di secondo grado gli hanno dato ragione. Infatti, si legge in sentenza, “non si deve pagare...

Continua a leggere

TRUFFA DEL PROMOTORE FINANZIARIO

TRUFFA DEL PROMOTORE FINANZIARIO: la banca ne risponde in solido Il cliente-risparmiatore di una banca, truffato dal promotore finanziario che agisce in suo nome, può chiedere direttamente alla banca il risarcimento dei danni subiti. Lo ha stabilito il Tribunale di Napoli, sentenza 12 novembre 2014, accogliendo, in parte, la domanda di un investitore. I fatti. Tizio, cliente della Banca Bassotti, effettuava diversi versamenti in contanti, per un totale di circa € 26.000, nelle mani del promotore della sua banca, con il quale aveva progressivamente instaurato un rapporto confidenziale e nel quale aveva riposto la propria fiducia, anche in considerazione della circostanza che aveva quali...

Continua a leggere

TRADIMENTO FRA CONVIVENTI

TRADIMENTO FRA CONVIVENTI MORE UXORIO: amore, questo figlio non è tuo!! È tenuta al risarcimento del danno non patrimoniale (per lesione della propria capacità di autodeterminazione nelle scelte riguardanti il proprio ruolo genitoriale), una donna "Diletta" (nome non di fantasia), responsabile di aver taciuto la relazione sessuale con altro uomo, in modo da rafforzare la convinzione del partner "ufficiale" di essere il padre biologico della piccola. A stabilirlo è il Tribunale di Firenze, con sentenza deposita il 2 febbraio 2015. L'atteggiamento omissivo della donna non solo è idoneo ad ingenerare nel partner la falsa convinzione di essere il padre della bambina, al punto...

Continua a leggere

DIVORZIO BREVE

DIVORZIO BREVE APPROVATO: 6 MESI PER DIRSI ADDIO Dopo 45 anni, sarà più veloce sciogliere il vincolo matrimoniale. La Camera dei deputati ha definitivamente approvato la legge recante disposizioni in materia di scioglimento o di cessazione degli effetti civili del matrimonio nonché di comunione tra coniugi. Termini ridotti. Si passa dai vecchi 3 anni (decorrenti dalla comparizione personale dei coniugi davanti al presidente del tribunale) agli attuali: - 6 mesi, in casi di separazione consensuale (anche qualora la giudiziale si trasformi in consensuale); - 12 mesi nella separazione giudiziale. Applicazione. La nuova norma si applica a tutte le separazioni: - a prescindere che la coppia abbia o meno figli...

Continua a leggere

OMICIDIO STRADALE

OMICIDIO STRADALE: SEMAFORO VERDE DELLA COMMISSIONE GIUSTIZIA, CARCERE FINO A 18 ANNI Fonte il Sole 24 ore Via libera, ieri, della Commissione giustizia del Senato al Ddl che introduce nel codice penale il reato di omicidio stradale e lesioni. Dopo l’ok di palazzo Madama il testo è pronto per il voto definitivo dell’aula, dove potrebbe arrivare, secondo il relatore e capogruppo del Pd Giuseppe Cucca, entro la prima metà di giugno. Il testo licenziato prevede pene da 8 a 12 anni di carcere per chiunque causi la morte di una persona guidando in stato di ebrezza o sotto l’effetto di droghe. Nel...

Continua a leggere