angelo greco avvocato siena

Facebook

© Studio Legale Avv. Angelo C.F. GRCNGL78R06L049F P.IVA 02950140737

angelo-greco@alice.it

+39 320 165 2087

Cerca
Menu
 

ABUSO EDILIZIO

Angelo Greco > Blog  > ABUSO EDILIZIO

ABUSO EDILIZIO

ABUSO EDILIZIO: ORDINE DI DEMOLIZIONE VALIDO ANCHE NEI CONFRONTI DEGLI EREDI

L’ordine di demolizione delle opere abusive (emesso dal giudice penale) ha carattere reale e natura di sanzione amministrativa a contenuto ripristinatorio e deve, pertanto, essere eseguito nei confronti di tutti i soggetti che sono in rapporto col bene e vantano su di esso un diritto reale o personale di godimento, anche se si tratti di soggetti estranei alla commissione del reato (come nel caso degli eredi dell’autore dell’abuso edilizio).

Con questo principio diritto, la Sez. III della Cassazione penale (con sentenza depositata il 9 settembre 2015), ha rigettato il ricorso di Caia (erede di Tizio, autore dell’abuso, medio tempore deceduto) avverso l’ordinanza del Tribunale di Torre Annunziata che rigettava l’istanza volta ad ottenere la revoca, ovvero la sospensione, dell’ingiunzione a demolire emessa dalla Procura della Repubblica di Torre Annunziata in esecuzione della sentenza emessa dalla pretura Circondariale.

Quindi, l’esecuzione dell’ordine di demolizione del manufatto abusivo (impartito dal giudice a seguito dell’accertata violazione di norme urbanistiche) non è esclusa dall’alienazione del manufatto a terzi, anche se intervenuta anteriormente all’ordine medesimo, atteso che l’esistenza del manufatto abusivo continua ad arrecare pregiudizio all’ambiente.

Va precisato che il terzo acquirente dell’immobile potrà rivalersi nei confronti del venditore a seguito dell’avvenuta demolizione.

Non ci sono commenti

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: